Francesca, dalle discese in Paganella alla Nazionale Italiana di sci di fondo

Francesca, dalle discese in Paganella alla Nazionale Italiana di sci di fondo
lunedì 26 ottobre 2020


Francesca Franchi
, classe 1997 di Molveno, conta già significativi successi nella sua carriera da atleta di sci di fondo, nonostante la sua giovane età: nell’inverno 2020 ha vinto tre ori e un bronzo ai Campionati Italiani ed è salita, insieme ai compagni di squadra, sul terzo gradino del podio nella Staffetta Mista ai Mondiali U23 di Oberwiesenthal, in Germania.

“È stato papà Adriano, guida alpina, a trasmettermi l’amore per la montagna. Il luogo che sono fortunata di poter chiamare casa ha aiutato: ogni mio allenamento all’aperto è un’esplorazione continua, perché il percorso e i panorami mi incantano sempre come se fosse la prima volta”, ci racconta Francesca.

Summer_ferrata_con_vista.jpg


Anche la storia d’amore con lo sci è una storia di lunga data. “Ho iniziato a sciare all’età di tre anni. All’inizio non avevo nessun tipo di ambizione: mi piaceva sciare e sciavo. Facevo parte dello Sci Club di Andalo e spesso arrivavo ultima, ma mi divertivo e quella era la cosa più importante”.

A 15 anni Francesca ha iniziato a frequentare il Liceo della Montagna di Tione, dove oltre a completare il percorso di Liceo Scientifico, avrebbe potuto coronare il suo grande sogno di diventare maestra di sci alpino.

Progetto_senza_titolo_3.jpg


“Ho iniziato la scuola convinta di diventare maestra di sci alpino e invece all’esame mi hanno bocciata!”. Il caso della vita ha però voluto che fosse promossa all’esame di sci di fondo e, anche grazie a Marta, una cara amica e compagna di classe, Francesca ha deciso di intraprendere una nuova strada, abbandonando la discesa per la salita, letteralmente e metaforicamente: “Non sapevo niente dello sci di fondo! Nemmeno che ad Andalo ci fosse un Centro Fondo perfetto per allenarsi, con una pista di 5 chilometri davvero completa, impegnativa e mai noiosa. “

Dopo una vita passata a praticare lo sci alpino, Francesca ha iniziato così a conoscere il mondo dello sci di fondo, con la curiosità e l’entusiasmo che la caratterizzano. “Ho partecipato alla mia prima gara solo perché mi avevano promesso che alla fine ci sarebbe stata una torta! Sono arrivata terz’ultima, ma mi sono divertita tantissimo! Abituata alle gare di sci alpino, è stato bellissimo gareggiare finalmente circondata da persone che facevano il tifo per me e godermi la gara per tutta la sua durata – certo, oltre al tifo si sente molto di più anche la fatica!”

Winter_sguardo_verso_montagne.jpg


A motivare Francesca è sempre stato il puro piacere di sciare, indipendentemente dai risultati, ma con la costanza, l’allenamento e quel pizzico di talento innato, i risultati sono presto arrivati: l’arruolamento nelle Fiamme Gialle (che le permette di fare l’atleta di professione), la chiamata in Nazionale e, ciliegina sulla torta, l’esordio in Coppa del Mondo.

Come ogni atleta ha però attraversato anche momenti difficili: quando i risultati non arrivano, è facile demoralizzarsi. Ma è molto importante sapersi rialzare di fronte alle sconfitte e, si sa, nessuno si rialza da solo! “Quando ci sono persone che fin da subito credono in te, la stagione sportiva va ancora meglio”, ci confida Francesca. “Io ho la fortuna di avere alle mie spalle le Fiamme Gialle, il mio allenatore e le mie compagne di squadra, la mia famiglia, e Simone, il mio fidanzato. Solo con il loro supporto dubbi e incertezza si trasformano in grinta e motivazione.”

Progetto_senza_titolo_5.jpg


A inizio maggio, grazie ai risultati sportivi ottenuti nella stagione 2019/2020, Francesca è stata inserita all’interno della squadra nazionale Milano Cortina 2026, un gruppo di sei ragazze e otto ragazzi sui quali la FISI ha deciso di investire affinché si crei un gruppo unito e competitivo per le Olimpiadi in programma in Italia nel 2026. “Durante l’estate siamo riusciti, rispettando sempre le misure anti Covid-19, a svolgere tutto il programma di preparazione per la stagione agonistica invernale. Il programma di gare è stato definito, anche se ovviamente potrà subire modifiche in base all’evolversi della situazione sanitaria.  L’appuntamento principale sono i Mondiali di Oberstdorf (Germania): riuscire a qualificarmi per rappresentare l’Italia in un appuntamento così importante sarebbe una grossa soddisfazione. Intanto mi impegnerò per fare bene in Coppa Europa, ai Campionati Italiani e in Coppa del Mondo, per crescere e maturare sempre di più a livello sportivo.”

Progetto_senza_titolo_4.jpg

I più letti

Family Festival, per iniziare alla grande l’estate con i tuoi bimbi
14 aprile 2021

Dal 13 al 20 giugno torna in Dolomiti Paganella la settimana dedicata alle famiglie, con un ricchissimo...

6 prodotti tipici per sentirsi in Trentino a casa propria
06 aprile 2021

Mangiare il cibo di un luogo, assaggiarne i prodotti tipici e scoprirne le ricette tradizionali, è...

Nicola Donini e la Formula 1 di Parapendio
22 marzo 2021

1238 km e 33 piloti provenienti da 15 Paesi: la decima edizione della Red Bull X-Alps si preannuncia...

Dove fare Forest Bathing in Trentino: il Parco del Respiro a Fai della Paganella
08 marzo 2021

In Giappone, là dove è nata, si chiama Shinrin-yoku ed è una pratica utilizzata...

Prossima webcam Webcam precedente

Loading...

webcam

Iscriviti alla newsletter


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)
In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.


Annulla
Chiudi

Richiesta informazioni

Invia Richiesta