Ilenia e la passione per il bike

L’aria fresca, il silenzio, la tranquillità. Mi è sempre piaciuto tutto quello che ha a che fare con la montagna,” racconta Ilenia. Fin da bambina ha praticato qualsiasi attività che le permettesse di trascorrere il maggior tempo possibile all’aria aperta, dal trekking all’arrampicata, dallo snowboard (che è diventato anche un lavoro) allo sci d’alpinismo. “In un certo senso era quasi inevitabile che mi avvicinassi anche al mondo della mountain bike.”

Foto_1.jpg

L’incontro con questo sport è stato però casuale. “Quando è stato inaugurato il primo Bike Park, a Fai della Paganella, io lavoravo al bar degli impianti. All’epoca del gravity non ne avevo nemmeno sentito parlare, ma ho iniziato a conoscere l’ambiente è mi è subito piaciuto quello che ho visto: un gruppo di ragazzi, capitanati da Ezio, in gamba, appassionati e rispettosi dell’ambiente. Quando ho smesso di lavorare al bar sono entrata nel team, oggi gestisco la parte organizzativa di Paganella Bike Academy e sono un’istruttrice qualificata.”

“Credo che questo sport spesso venga frainteso: da fuori può sembrare pericoloso, solo per rider esperti o persone molto coraggiose, ma dipende dall’approccio. Io faccio spesso l’esempio dello sci: nessuno affronterebbe una pista nera senza aver mai sciato prima. Inizierebbe con un corso nel campo scuola, per poi affrontare le diverse piste in progressione. La stessa cosa vale per il gravity.”

Foto_2.jpg

Così Ilenia e i suoi colleghi offrono corsi per tutti i livelli, per chi è alle prime pedalate e per chi vuole affinare la tecnica. “Siamo fortunati, nella Dolomiti Paganella Bike Area c’è un trail adatto a tutti, a partire dalla pump track e skill area del Trail Center. Il Big Hero ha una pendenza e uno sviluppo che lo rendono accessibile anche a bambini di 5 o 6 anni, se hanno delle buone basi, mentre il Willy Wonka è perfetto per chi, già in possesso di una buona tecnica, vuole iniziare a divertirsi davvero. Infine ci sono i trail naturali, anche molto tecnici e solo per rider esperti.”

Foto_3.jpg

Un approccio graduale al gravity è quindi consigliato. E se è vero che gli sport di montagna come questo, più “di nicchia”, sono considerati prevalentemente maschili, il numero di ragazze e bambini sui trail cresce di anno in anno. “La verità è che sembra molto più difficile di quello che è. Una lezione non fa mai male, anche solo per imparare a muoversi in sicurezza sui trail o sapere come riparare una gomma bucata, in caso di necessità. Al resto ci pensa l’ambiente biker: sono tutti molto uniti e accoglienti.”

Come sempre, sono i bambini gli alunni più entusiasti: “Sono delle spugne, estremamente curiosi e veloci nell’apprendimento. E inoltre hanno poca paura. La scorsa estate abbiamo organizzato un piccolo corso per i bambini della zona e nonostante alcuni di loro, di 5 o 6 anni, avessero appena abbandonato le rotelle, all’ultima lezione sfrecciavano sul Willy Wonka senza paura e con grande abilità.”

Foto_4.jpg

“Una cosa a cui teniamo particolarmente durante i corsi, specialmente con loro, è quella di non limitarci a parlare di bici e tecnica, ma di affrontare anche i tanti temi legati all’ambiente. Pensiamo che sia estremamente importante trasmettergli la passione per l’ambiente, perché in questo modo è più facile, secondo noi, che portino avanti la passione per lo sport all’aperto, che si tratti di bici, trekking o arrampicata. Soprattutto, io penso sia importante farlo con i bambini dell’altopiano. Vedo che tutti i miei coetanei che sono rimasti a vivere qui, lo hanno fatto perché hanno una passione che li lega al territorio, passione che in molti casi è diventata un lavoro. E lo stesso vale per me.”

I più letti

Family Festival, per iniziare alla grande l’estate con i tuoi bimbi
14 aprile 2021

Dal 13 al 20 giugno torna in Dolomiti Paganella la settimana dedicata alle famiglie, con un ricchissimo...

6 prodotti tipici per sentirsi in Trentino a casa propria
06 aprile 2021

Mangiare il cibo di un luogo, assaggiarne i prodotti tipici e scoprirne le ricette tradizionali, è...

Nicola Donini e la Formula 1 di Parapendio
22 marzo 2021

1238 km e 33 piloti provenienti da 15 Paesi: la decima edizione della Red Bull X-Alps si preannuncia...

Dove fare Forest Bathing in Trentino: il Parco del Respiro a Fai della Paganella
08 marzo 2021

In Giappone, là dove è nata, si chiama Shinrin-yoku ed è una pratica utilizzata...

Prossima webcam Webcam precedente

Loading...

webcam

Iscriviti alla newsletter


Dichiarazione in merito al GDPR (Regolamento Generale Protezione dei Dati)
In caso di sottoscrizione Newsletter dovrai confermare l’iscrizione per mezzo di mail di conferma inviata all’indirizzo inserito. In tal caso il trattamento prevede:

la profilazione dell’utente in gruppi, status, preferenze secondo quanto indicato e dedotto dalle informazioni inviate tramite il form o successiva autonoma profilazione.
l’utilizzo del dato per l’invio di comunicazione a mezzo digitale (email, whatsapp) e non (cartaceo) avente scopo informativo/commerciale.
l'utilizzo della mail per la generazione di campagne marketing e informative personalizzate, digitali e non.


Annulla
Chiudi

Richiesta informazioni

Invia Richiesta