Trono dell'Aquila

Un’emozione sospesa tra terra e cielo

Qui si fa sul serio: il paesaggio che si delinea dal Trono dell’Aquila è un capolavoro della natura. Se sei impaziente di arrivarci, parcheggia ad Andalo per prendere la cabinovia prima e la seggiovia poi, per arrivare sulla vetta della Paganella a 2.125 metri d'altezza.

Seguendo la segnaletica raggiungi il Sentiero delle Aquile lungo il quale, in circa 30 minuti, arriverai al Canalone Battisti da dove parte la Ferrata delle Aquile.

Qui puoi decidere se arrivare al Trono dell’Aquila proseguendo con il Sentiero, comodo breve e colmo di sorprese naturalistiche, o se preferisci fare la Ferrata.

In quest’ultimo caso si tratta di 280 metri di dislivello di una via ferrata tecnicamente difficile, ma estremamente sicura e attrezzata, senza dubbio spettacolare. Non è di certo per tutti, ma per molti sì: in questo caso d’obbligo, caschetto, imbrago e moschettoni.

Ti aspettano visioni mozzafiato, soste fotografiche e infinita meraviglia passando per l’Antro delle Pegore, la Traversata degli angeli, la Conca d'oro, la Cengia di Terlago da cui lo sguardo può spaziare fino a raggiungere le vette degli Appennini oltre le acque azzurre del Lago di Garda nei giorni in cui il cielo è limpido e ci regala nitidezza.

E poi lo spettacolo aereo de I Ponti del cielo, due passerelle sospese a 2.000 metri sopra i tetti di Trento, il Pilastro del vento, e il capolinea glorioso di questa impresa: il Trono dell'aquila.

Fermati a contemplare lo spettacolo naturale della vista da quassù, te lo sei meritato!

Il Sentiero Botanico, tranquillo e a questo punto “defatigante” in 30 minuti ti riporterà alla seggiovia.


Prossima webcam Webcam precedente

Loading...

webcam

Iscriviti alla newsletter



Annulla
Ok, ho scelto!
Chiudi

Richiesta informazioni

Invia Richiesta